How I met Science 2.0

Il 27 maggio, il 3 giugno e il 10 giugno 2021, gli Scienziati Irriducibili vi aspettano quindi dalle 18:30 presso il Laboratorio Aperto di Ferrara – Ex Teatro Verdi con “How I Met Science 2.0”, 3 serate di divulgazione scientifica rivolte alla cittadinanza e in cui interverranno sei ospiti d’eccezione.

“How I Met Science 2.0” è un progetto del gruppo universitario Scienziati Irriducibili (bando per il Fondo Culturale dell’Università di Ferrarae realizzato in partnership con l”Ass.Nova APS e con il Laboratorio Aperto di Ferrara – ex Teatro Verdi nell’ambito nel finanziamento Asse 6 – Città attrattive e partecipate del Por Fesr Emilia Romagna 2014-2020 (Programma operativo regionale – Fondo europeo di sviluppo regionale – Network Laboratori Aperti dell’Emilia Romagna).

Il progetto è stato patrocinato dal Comune di Ferrara e dall’Università di Ferrara.

COS’È HOW I MET SCIENCE

Vincitori per il settimo anno consecutivo del bando per il Fondo Culturale dell’Università di Ferrara, gli Scienziati Irriducibili tornano con la versione 2.0 del loro progetto, che ha come obiettivo proprio la creazione di momenti in cui tutti possano interfacciarsi con la scienza e conoscerla.
Anche se nella suo assetto storico il progetto si componeva di 3 fasi (una di training, la seconda di outtreach e la terza del festival della scienza), si è optato, in questa edizione, per un formato più snello ma comunque coinvolgente, che potesse garantire il rispetto delle normative anti-Covid19 attualmente vigenti.

Tutte le serate sono state organizzate con la consueta collaborazione dell’Associazione NOVA A.p.s che ha supportato tutto il lavoro.
L’Associazione NOVA APS, fondata nel 2018 proprio da ex Scienziati Irriducibili, è composta da studenti ed ex studenti dell’Università di Ferrara (Dipartimento di Matematica, Ingegneria, Fisica e Scienze della Terra, Chimica, Biologia). NOVA si occupa principalmente di didattica di materie STEAM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Arte e Matematica) e di divulgazione scientifica, rivolta a tutti ma con una particolare attenzione alle giovani generazioni, e promuove iniziative volte alle sostenibilità ambientale e sociale, di ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico, collaborando attivamente con altre realtà territoriali.

Questa edizione è stata inoltre realizzata in partnership con il Laboratorio Aperto di Ferrara – Ex Teatro Verdi (network Laboratori Aperti della Regione Emilia Romagna) nell’ambito del finanziamento Asse 6 – Città attrattive e partecipate del Por Fesr Emilia Romagna 2014-2020 (Programma operativo regionale – Fondo europeo di sviluppo regionale). Il Laboratorio Aperto di Ferrara è un spazio in cui innovazione tecnologica, ricerca, cultura si intrecciano in un dialogo tra mondi e competenze diverse, che proprio per questa sua vocazione ha sposato il progetto sin da subito con grande entusiasmo.

PROGRAMMA DI HOW I MET SCIENCE 2.0

Ospiti della serata del 27 maggio saranno il Dott. Davide Gori (Medico specialista in Igiene e Medicina preventiva e Ricercatore presso l’Università di Bologna), che interverrà sul tema “La storia dell’esitazione vaccinale e delle false notizie sui vaccini: da Jenner ai vaccini per l’infezione da SARS-CoV-2”, e la Prof.ssa Sabrina Angelini (Dottore di ricerca in Farmacologia e tossicologia e Professoressa associata presso il Dipartimento di farmacia e biotecnologie dell’Università di Bologna), che invece ci parlerà di “Biopsia liquida: nuova arma per una medicina su misura”.

Nella serata del 3 giugno il Dott. Massimo Carnevali (ICT Manager con oltre 30 anni di esperienza nel mondo IT.) e la Prof.ssa Adriana Giannini (giornalista e divulgatrice scientifica e, per lungo tempo, caporedattrice per la rivista Le Scienze), proporranno rispettivamente due interventi dal titolo “Sicurezza, privacy, reputazione: i tre pilastri della nostra postura online” e “Lynn Margulis, la biologa che andando controcorrente è approdata sui libri di testo”.

Mentre, il 10 giugno, il Prof. Guido Barbujani (genetista, scrittore e professore ordinario di genetica presso l’Università di Ferrara e, dal 2017, socio onorario del CICAP) e Dott. Alan Zamboni (Laureato in Ingegneria Civile e in Lettere Moderne, appassionato di astronomia, scienza e van Gogh, lavora da un decennio come divulgatore) chiuderanno questa edizione con due interventi davvero imperdibili dal titolo “Migranti pallidi – Una storia del Neolitico” e la “Scienza & Cinema. La fisica spiegata con gli errori nei film”

L’accesso è gratuito, ma per partecipare è necessario prenotare il biglietto dal sito: https://howimet.science/hims-divulgazione-2021/

Per maggiori informazioni
Facebook Scienziati Irriducibili https://www.facebook.com/scienziatirriducibili
Instagram @scienziatiirriducibili https://www.instagram.com/scienziatiirriducibili/?hl=it
YouTube https://www.youtube.com/channel/UCfIKYGa0GD_QR56QLC2inMA

Scarica il programma del festival