La democrazia secondo noi

Lezioni magistrali per parlare di democrazia e delle forme di praticarla: collaborazione, cittadinanza attiva, beni comuni, vitù civili.

Dal 20 ottobre al Laboratorio Aperto di Reggio Emilia, lezioni e approfondimenti dedicati alla città per parlare di democrazia nelle sue molteplici declinazioni. 5 date, 15 voci autorevoli intervistate da Massimiliano Panarari.

La nostra democrazia ha forse bisogno di innovare i modelli con cui costruire la rappresentanza? O ridefinire il concetto stesso di rappresentanza? O conciliare rappresentanza, protagonismo, virtù civiche come forme di espressione democratica delle comunità nel loro stare insieme e condividere il loro comune destino sulla terra?

Il ciclo di incontri accompagna un importante processo avviato dall’Amministrazione teso a trasformare e rafforzare i suoi strumenti ed approcci partecipativi che condurranno anche alla costituzione di nuove consulte territoriali.

Nel comunicare le proprie intenzioni, al fine di affinarle e di dibatterle pubblicamente, il Comune vuole fornire occasioni di confronto argomentato sul fenomeno della costruzione partecipativa della cittadinanza. Una esigenza collettiva e attuale.

Ricominciamo a parlare di democrazia. O delle democrazie possibili.

Primo appuntamento il 20 ottobre alle ore 18.00 – nello spazio dedicato all’innovazione sociale del Laboratorio aperto dei Chiostri di San Pietro – con il professor Giovanni Moro, sociologo politico, per parlare di cittadinanza attiva e trasformazione della democrazia.

In qualità di consulente scientifico e discussant il giornalista e docente universitario Massimiliano Panarari.

È una iniziativa del Comune di Reggio Emilia e Laboratorio Aperto Chiostri di San Pietro, con la collaborazione di Fondazione Easy Care e OCIS Osservatorio per la coesione e l'inclusione sociale.

Ingresso libero fino a esaurimenti posti, con obbligo di green pass

PROGRAMMA COMPLETO ‘LA DEMOCRAZIA SECONDO NOI’