“Il Monastero di San Paolo a Parma” Presentati il libro e il video dedicato al restauro del complesso monastico cittadino

Sabato 28 Novembre è stato presentato il volume “Il Monastero di San Paolo a Parma”, sede definitiva del Laboratorio Aperto di Parma, in cui verrà valorizzato e promosso il cantiere del progetto "I Chiostri del Correggio" cofinanziato dai fondi Por Fesr programmati dalla Regione Emilia Romagna. Il volume sarà accompagnato un video prodotto dal Comune di Parma dal titolo“Mille anni di cantiere”, dedicato all'intensa opera di recupero del Complesso del San Paolo.

  

 E' dedicato a uno dei preziosi gioielli del patrimonio culturale di Parma, che si sta riaprendo alla città grazie a importanti interventi restaurativi, il volume presentato sabato 28 Novembre “Il Monastero di San Paolo a Parma”: una iniziativa editoriale promossa dal Rotary Club Parma Est, nell’ambito del programma “Parma 2020+21, Capitale Italiana della Cultura”, curata dallo Studio di architettura Bordi Rossi Zarotti, con il contributo del Comune di Parma, il patrocinio della Provincia e della Diocesi di Parma, dell'Ordine degli Architetti della provincia di Parma, di Fai Parma e Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi e con il sostegno del Ministero per beni e attività culturali e per il turismo.

 

“Il volume – si legge nella retrocopertina dell'opera curata da Matteo Bola e Sauro Rossi - raccoglie i risultati di un lungo lavoro di ricerca svolto nell’ambito del cantiere di restauro del chiostro della Fontana che, svelando numerosi indizi (frammenti di affreschi, tracce murarie, differenti fasi edilizie, ecc.) difficilmente inseribili con coerenza in un quadro cronologico univoco, ha indotto gli autori ad approfondire l’indagine documentaria sull’ex monastero di San Paolo a Parma”.

 

Il restauro del chiostro della Fontana, tema centrale della pubblicazione, si inserisce in un ampio programma di riqualificazione del Complesso, che prevede il San Paolo come sede del Laboratorio Aperto dedicato alla cultura dell’eccellenza agroalimentare di Parma UNESCO City of Gastronomy, realizzato dal Comune di Parma grazie al co-finanziamento dei fondi POR FESR Asse 6 programmati dalla Regione Emilia-Romagna: un piano articolato di restituzione alla città di un luogo di indiscutibile valore storico monumentale e pregio artistico attraverso un progetto di recupero e rigenerazione urbana che guarda all’ex Complesso di San Paolo come polo culturale e di aggregazione sociale, distretto agroalimentare, centro di creatività e eccellenza.

“Il progetto di ricerca – viene riportato dal volume - ha esplorato aspetti nuovi, finora non adeguatamente indagati, e principalmente connessi all’evoluzione architettonica del complesso, alle scoperte di cicli pittorici inediti e, infine, all’influsso che questo monastero ha avuto nel tessuto fisico della città e nel contesto politico e sociale di Parma nel corso dei secoli. […] L’esito è un volume ricco di contributi differenti e complementari, frutto di una proficua collaborazione interdisciplinare, che ha consentito la conquista di risultati davvero inimmaginabili nell’ottica di una ricerca strettamente specialistica”.

 

Durante la presentazione alla stampa è stato inoltre promosso il video prodotto dal Comune di ParmaMille anni di cantiere”, dedicato all'intensa opera di recupero del Complesso del San Paolo, visionabile qui sotto.

Il video integra il volume attraverso immagini inedite del cantiere e preziose testimonianze da parte di esperti come la storica dell’arte Lucia Fornari Schianchi.

Anche il video è stato co-finanziato dai fondi POR FESR 2014-2020 programmati dalla Regione Emilia-Romagna.

 Alla presentazione sono intervenuti: l'assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche del Comune di Parma Michele Alinovi, Cristiano Casa, assessore a Commercio, Turismo e Progetto Unesco, i presidenti del Rotary Club Parma Est Giacomo Rolli e Giancarlo Buccarella e i curatori del volume Matteo Bola e Sauro Rossi.