Presentazione pubblica del Quadrilatero della cultura

Venerdì 25 settembre il Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio ospiterà la prima presentazione pubblica del Quadrilatero della Cultura, il nuovo polo della cultura e della partecipazione della città di Bologna che sta nascendo nell'ambito del progetto Laboratorio Aperto, finanziato dal POR FESR Emilia Romagna 2014-2020 - Asse 6 Città attrattive e partecipate (e finalizzato alla creazione della Rete dei dieci Laboratori Aperti).

Il Quadrilatero della Cultura intende rafforzare l’identità dell’area intorno a Piazza Maggiore attraverso un nuovo modo di vivere e valorizzare il patrimonio storico e culturale che la caratterizza, grazie alla creazione di uno spazio pubblico dedicato alla fruizione interattiva dei beni culturali e alla collaborazione creativa fra cittadini, associazioni, imprese, centri di ricerca, istituzioni.

La serata sarà un’occasione di scambio e riflessione sul ruolo dei poli culturali nei contesti cittadini e il loro ruolo di driver di trasformazioni urbane.  

L’evento è parte integrante di “Cortile in comune”, rassegna culturale curata dalla Fondazione per l'Innovazione Urbana all’interno del Cortile Guido Fanti e sarà l’occasione per presentare le prossime attività del Laboratorio Aperto di Bologna. La partecipazione è gratuita previa prenotazione del posto.

PROGRAMMA

  • 19:00
    apertura ingresso

  • 19:30-21:00
    Tavola Rotonda: Nuovi distretti e centri culturali: quale ruolo nelle città di domani che ospiterà gli interventi di Andrea Bartoli (fondatore di Farm Cultural Park, Favara), Alessandro Bollo (Direttore Polo del 900, Torino), Matteo Lepore (Assessore Cultura, promozione della città e immaginazione civica Comune di Bologna), Riccardo Luciani (Direttore MIM, Manifattura Tabacchi, Firenze), Massimiliano Tarantino (Direttore Fondazione Feltrinelli, Milano) con la moderazione di Chiara Faini(responsabile dei progetti culturali di Fondazione per l’Innovazione Urbana).

Cortile Guido Fanti, Palazzo D’Accursio, Bologna
Ingresso: Via Ugo Bassi, 2