Il volo del colibrì. Storie di immaginazione civica dalle case di Bologna

Da giovedì 9 aprile 2020 arriva nelle case dei bolognesi Il volo del colibrì: un nuovo programma di social tv in streaming sulla pagina Facebook della Fondazione per l'Innovazione Urbana e su Radio Bologna Uno.

A cura del Dipartimento Cultura e promozione della città del Comune di Bologna e Fondazione per l’Innovazione Urbana, in collaborazione con Radio Bologna Uno, la trasmissione web e radio, ideata per sostenere il sistema sociale e sanitario cittadino durante l’emergenza Coronavirus, promuove raccolte fondi solidali dedicate alla popolazione bolognese e agli ospedali Sant’Orsola, Maggiore e Bellaria ospitando in diretta sia personaggi famosi sia gente comune, tutti rigorosamente collegati via internet dalla propria abitazione. L'iniziativa è promossa nell'ambito del Laboratorio aperto di Bologna, il nuovo polo per la cultura e la partecipazione di Bologna, finalizzato a immaginare e vivere una nuova idea di città. 

Questo progetto è dedicato anche a tutte le persone che lavorano negli ospedali. La città è accanto a loro: è una città che li aiuta e che partecipa, stando a casa o svolgendo attività di volontariato. Sarà quindi l’occasione anche per informare medici, infermieri e il mondo sanitario in ascolto delle opportunità e dei servizi a loro disposizione come quelli proposti dalla Fondazione Sant'Orsola.

Il format racconta storie comuni di adattamento, lavoro, solidarietà. Storie quotidiane che descrivono come la nostra città sta reagendo all’emergenza. Prevede che esponenti del mondo della cultura, dello sport e dell’associazionismo insieme a medici, infermieri, artigiani, studenti, pensionati e altre figure dialoghino tra loro e con gli ascoltatori, per confrontarsi, scambiarsi consigli e indicazioni per essere utili e intrattenersi con musica, letture e storie di vita quotidiana. Verranno condivise informazioni di servizio sull’emergenza e buone pratiche.

Ospiti d’eccezione della puntata di apertura del 9 aprile, il regista Pupi Avati, che ha recentemente lanciato un appello alla RAI per la revisione dei palinsesti televisivi in questo tempo sospeso dell’emergenza Covid-19 e Martina Grimaldi, una delle atlete bolognesi più rappresentative, pluricampionessa italiana, europea e mondiale di nuoto di fondo, bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012.

In un mix di informazioni di servizio e intrattenimento, cuore della trasmissione saranno soprattutto le storie delle tante persone che si stanno prodigando per fronteggiare questo periodo così difficile. Ci saranno operatori dei reparti ospedalieri, ma anche imprese, esercenti, associazioni e singoli donatori che si mobilitano per aiutare chi ha bisogno in modi diversi, spesso inediti e creativi. 

Alle storie straordinarie di solidarietà e resilienza di questi “lottatori” della speranza quotidiana, è dedicato il titolo della trasmissione “Il volo del colibrì” che si rifà alla bellissima fiaba africana, citata e condivisa da molti in questi giorni per invitare ognuno a contribuire al bene comune facendo la propria parte. 

Il progetto nasce in continuità con l’Osservatorio emergenza Coronavirus avviato dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana con l’obiettivo di creare uno spazio stabile di riflessione sull'oggi e sul futuro, in un momento che ci porta a fare i conti con uno scenario del tutto nuovo e inaspettato, dando voce ai cittadini, alle cittadine e alle varie comunità bolognesi in un vero e proprio racconto della città sulla città. 

La trasmissione, della durata di 30 minuti, sarà disponibile in streaming sulla pagina Facebook della Fondazione per l’Innovazione Urbana ogni martedì e giovedì alle ore 16 e verrà trasmessa in replica da Radio Bologna Uno la mattina successiva alle 12

La conduzione della trasmissione è curata dai giornalisti Silvia Santachiara e Manfredi Campione.

Riferimenti per seguire la trasmissione Il volo del colibrì:

Contenuti correlati